Sospensione Mutuo Credit Agricole

Credit Agricole Sospensione Mutuo per Coronavirus e Altri Motivi

Vista la delicata situazione che tutta Italia sta attraversando, Credit Agricole ha deciso di schierarsi a fianco di investitori, imprese e titolari di mutui, che si trovano in un momento tutt’altro che semplice.

Di consueto, la banca adotta una serie di accorgimenti per supportare chi ha una situazione economicamente instabile e manifesta qualche difficoltà a pagare con puntualità la quota pattuita. Spesso, infatti, i titolari di un mutuo non riescono a coprire i pagamenti mensili per cause di forza maggiore, generalmente indipendenti alla loro volontà.

Soprattutto durante l’emergenza sanitaria, Credit Agricole ha deciso di intervenire in maniera tangibile, offrendo fin da subito una forma di supporto agli abitanti della “zona rossa”, improvvisamente colpiti dall’emergenza Covid-19 (poi estesa a tutta Italia).

Nei mesi successivi alla crisi causata dal Coronavirus, la banca ha previsto una serie di misure per contenere le complesse situazioni vissute da molte famiglie, adoperandosi fin da subito con proposte tangibili. Già dai primi momenti, Credit Agricole si è organizzata per supportare i titolari di un mutuo , in modo che potessero richiedere la sospensione del pagamento; per farlo, ha messo a disposizione la documentazione richiesta, da scaricare tramite il sito, da compilare. La procedura è volutamente molto semplice: in questo modo è possibile consegnarla (di persona o tramite e-mail) alla filiale più vicina, attivando in maniera rapida le procedure, per interrompere i pagamenti.

Credit Agricole, a fianco di famiglie e imprese

Credit Agricole ha deciso di fornire un supporto reale ai propri clienti in ogni momento della loro vita: quando costruivano i loro sogni, coltivavano le ambizioni e i loro progetti, ma anche nelle situazioni meno piacevoli.

Per cercare di aiutare tutte le famiglie in seria difficoltà economica, l’istituto di credito ha optato per la sospensione del pagamento delle rate del mutuo. Oggi questo servizio è stato implementato a causa del Coronavirus: si tratta di un gesto pensato per accogliere le richieste delle tante persone in una condizione economica precaria, in modo da non gravare sulla loro situazione patrimoniale, pesantemente compromessa dall’emergenza sanitaria.

Fondo di solidarietà: Credit Agricole a supporto dei titolari di mutui

Dal 2007 e poi concretamente, dal 2010 è stato regolamentato il Fondo di Solidarietà per i Mutui sulla prima casa. Non si tratta di una forma di supporto definitiva e a lungo termine: al contrario, serve per intervenire a favore delle famiglie in maniera temporanea. Al termine del periodo considerato, si proseguirà con i pagamenti rateali, dal mese in cui erano stati interrotti. E’ una sorta di “paracadute” per aiutare chi, per cause indipendenti dalla sua volontà, sia impossibilitato a pagare il proprio mutuo.

Le motivazioni considerate sono: la perdita del posto di lavoro; morte di uno dei componenti del nucleo familiare; handicap o non autosufficienza; spese mediche oltre i 5.000 euro; spese di manutenzione oltre i 5.000 euro; sospensione dal lavoro per oltre 30 giorni. In questo caso un altro requisito fondamentale è l’ISEE, non superiore ai 30.000 euro e che il mutuo non superi i 250.000 euro per acquistare un immobile adibito ad abitazione principale.

credit-agricole-sospensione-mutuo

Sospensione del mutuo causa Coronavirus : come funziona per le persone fisiche

Il limite massimo previsto per la sospensione del pagamento è di 6 mesi, ormai prolungato a 12 a causa del perdurare dello stato di emergenza. Eventuali interessi maturati durante il periodo di interruzione verranno rimborsati e suddivisi nel tempo rimanente.

A causa di tale cessazione temporanea dei pagamenti, la durata del mutuo aumenterà in maniera proporzionale. Chi ha optato per un mutuo a tasso variabile, ma con rata costante, eventuale capitale non ancora rimborsato sarà dovuto recuperato dall’ultima rata.

La decisione, presa a inizio marzo, è in linea con quanto previsto dal Decreto Gasparri, poi convertito in legge, che dà la possibilità di sospendere i mutui sulla prima casa. Possono accedervi lavoratori dipendenti, ma anche liberi professionisti e autonomi, che hanno subito una diminuzione del fatturato di almeno il 33%. Tale proposta è stata approvata da ABI (associazione bancaria italiana) e Associazione consumatori, al fine di tutelare le persone che si trovano in una situazione di momentanea difficoltà.

Scegli il mutuo oggi, inizia a pagare fra un anno: altre possibilità di sospendere i pagamenti

Credit Agricole si rivolge non solo a chi un mutuo l’ha già sottoscritto, ma anche a chi ha bisogno di liquidità nell’immediato per acquistare la prima casa. Lo scopo della banca, ancora una volta, è quello di schierarsi a fianco dei cittadini, per lavorare insieme e favorire la ripresa economica del Paese. In questo momento così delicato, la banca vuole supportare chi ha un’idea concreta e decide di investire per realizzare i propri progetti.

Esiste la possibilità di scegliere tra tasso fisso e variabile: Credit Agricole lascia ai titolari del mutuo la libertà di iniziare a pagare 12 mesi dopo. Come nel caso precedente, quota capitale e interessi sono sospesi durante il primo anno, mentre la quota capitale verrà rimborsata a partire dal secondo. Gli interessi maturati durante il periodo di interruzione vengono aggiunti alle rate rimanenti.

Come fare la richiesta di sospensione

Per inoltrare la domanda, bisogna collegarsi al sito dell’istituto oppure scaricare il modulo allegato direttamente qui.  Una volta compilati tutti i campi presenti nel documento, sarà sufficiente apporre la propria firma, insieme ad un documento d’identità valido.

La consegna può avvenire manualmente, in uno degli istituti Credit Agricole, così come tramite e-mail (per ricercare la propria filiale basta indicare la propria provincia all’interno del menù a tendina). Vista la situazione attuale, è caldamente consigliato, qualora possibile, l’utilizzo della posta elettronica come metodo preferenziale. Si tratta di una modalità immediata e che permette di ricevere l’allegato in maniera rapida.

Una volta ricevuta tutta la documentazione richiesta, la pratica verrà affidata a un dipendente di Credit Agricole; sarà cura dell’istituto effettuare le procedure relative alla sospensione dei pagamenti nel minor tempo possibile, al fine di agevolare il cliente e proporgli un servizio tempestivo e affidabile.